Concessione gratuita suolo pubblico

Image Concessione gratuita suolo pubblico

Con D.G.C. n. 48/2020 la Giunta Comunale ha deliberato la concessione gratuita, sino al 31 ottobre 2020 in via sperimentale, dell'occupazione del suolo pubblico in favore dei pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande per il posizionamento di tavolini, sedie, attrezzature e arredi a carattere comunque temporaneo.

Precisamente è stato deliberato:

1) DI CONCEDERE sino al 31 ottobre 2020 in via sperimentale conseguente all' emergenza COVID-19, gratuitamente l'occupazione di suolo pubblico comunale a coloro i quali intendono occuparlo per la prima volta e ad oggi non in possesso di titolo autorizzativo in corso di validità per occupazione di suolo pubblico comunale, nonché l'estensione del suolo pubblico comunale occupato a carattere temporaneo per i soggetti già autorizzati, per il posizionamento di tavoli, sedie, attrezzature e arredi, a carattere temporaneo, da parte dei titolari di pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande (bar, pub, ristoranti, pizzerie, gelaterie, pasticcerie, rosticcerie, ecc. ) nel rispetto dei principi di non discriminazione, non aggravio del procedimento, parità di trattamento, proporzionalità, trasparenza, fatti salvi i diritti dei terzi e garantendo in ogni caso la sicurezza per la viabilità e il rispetto della normativa vigente in materia di barriere architettoniche;
2) DI STABILIRE altresì che gli interessati dovranno trasmettere, unitamente alla domanda in carta libera, una planimetria dell'area urbana pubblica interessata dall'intervento, evidenziando l'esatta dimensione dell'area richiesta o dell'estensione relativa ad un'area già in concessione con la parte prevista in ampliamento con raffigurati gli allestimenti, tenendo conto delle misure straordinarie per contenere la diffusione dell’epidemia da COVID – 19, con particolare riferimento a quanto contenuto nel “Documento tecnico su ipotesi di rimodulazione delle misure contenitive del contagio da SARS-CoV-2 nel settore della ristorazione”;
3) DI CONSENTIRE a coloro che sono interessati e che non hanno suolo pubblico comunale disponibile antistante il proprio esercizio commerciale di presentare unitamente alla richiesta l'individuazione di spazi posti sulla carreggiata destinati a parcheggio, fatti salvi i diritti di terzi, per la posa di tavoli e sedie secondo quanto indicato in precedenza.