Consiglio Comunale

Scaturito dalle Elezioni Comunali tenutesi il 17 e 18 giugno 2012, l'attuale Consiglio Comunale si è insediato il 02/07/2012.

 

Competenze del Consiglio Comunale

L’ordinamento delle autonomie ha definito in modo nuovo il ruolo e le funzioni del Consiglio Comunale.
Assume preminente ruolo di indirizzo e di controllo politico amministrativo che attraverso gli atti fondamentali individua gli obiettivi da raggiungere e ne verifica i risultati.
Il Consiglio adotta gli atti che regolano l’ordinamento del Comune e delle sue aziende ed istituzioni, gli atti della programmazione finanziaria, delle opere pubbliche, i piani territoriali ed urbanistici generali e di attuazione, le intese con gli altri enti locali, le deliberazioni che modificano la consistenza patrimoniale e che determinano l’indebitamento a lungo termine e le nomine e designazione dei propri rappresentanti.
Il Consiglio provvede anche in ordine alla surrogazione dei consiglieri dimissionari o cessati, alla dichiarazione di sopravvenuta illegittimità o di incompatibilità dei consiglieri, procede altresì alla nomina dei componenti dell’organo di revisione contabile, alla determinazione delle indennità da corrispondersi agli amministratori locali, ed altre ancora.
Sono organi del Consiglio il Presidente, le Commissioni Consiliari, la conferenza dei Capigruppo.
Il Consiglio Comunale adotta i propri provvedimenti in seduta plenaria e pubblica, salvo che il Regolamento non preveda la seduta segreta (a porte chiuse) per particolari motivi.
I lavori del Consiglio Comunale (deliberazioni e relativi verbali) sono resi pubblici attraverso la loro pubblicazione all’Albo Pretorio ed anche, in particolari specifici casi, attraverso ulteriori forme normativamente previste.
I Consiglieri Comunali possono, secondo le modalità previste nel Regolamento del Consiglio Comunale, presentare interrogazioni, interpellanze, mozioni, proporre ordini del giorno a cui il Sindaco e gli Assessori danno risposta nei termini previsti nel Regolamento medesimo o dalla legge.
Il Consigliere Comunale ha libero accesso agli atti comunali e può averne copia con le modalità previste dallo specifico Regolamento sull’accesso agli atti amministrativi.